Muti come pesci. Il silenzio nei colloqui di counseling.

Pensi che un percorso di counseling non faccia per te perché parli poco e fai fatica ad aprirti e a raccontarti?

Se stai vivendo un periodo difficile e vorresti essere affiancato da qualcuno per trovare una soluzione ai tuoi problemi ma credi che il counseling, per sua natura fatto di ascolto e tecniche di comunicazione, non sia adatto a te perché non ti piace parlare e sei molto riservato, questo articolo è per te.

Sai che in ogni comunicazione interpersonale le parole determinano solo il 7% dell’intero messaggio? A trasmettere significati e informazioni concorrono i gesti, le espressioni del volto, la prossemica, perfino la frequenza del respiro.
Non serve essere chiacchieroni per fare un percorso di counseling efficace, che ti aiuti a dissipare i tuoi dubbi o a migliorare la tua situazione: l’ascolto empatico di un bravo counselor coglie le sfumature del tuo sentire e ti guida nell’esplorazione di te stesso e delle tue risorse con le tecniche più affini a te.
Certi insight risolutivi possono arrivare usando tecniche espressive come il disegno, lavorando con il corpo, sfruttando il movimento o semplicemente con tecniche di rilassamento e visualizzazione. Tutti modi in cui la parola svolge un ruolo marginale.

Non solo è possibile ridurre l’uso della parola per ottenere un’esplorazione utile ed efficace, ma si può anche lasciar esprimere il silenzio e stare in suo ascolto: con la sua portata emotiva è capace a volte di far emergere una profondità del sentire inaccessibile all’interno di un flusso di parole.

Il silenzio consapevolizzato in un percorso di counseling non è mai un vuoto da riempire ma piuttosto un pieno da osservare e ascoltare con il cuore, per raccogliere elementi preziosi per la consapevolezza e la crescita personale.

Se vuoi essere accompagnato in un percorso di counseling, se vuoi sperimentare le diverse tecniche espressive per contattare la tua parte più autentica e manifestare le tue risorse per vivere al meglio la tua vita, anche se non ami parlare, scrivimi all’indirizzo marilena@bluetere.it per fissare la prima consulenza conoscitiva gratuita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *